free bootstrap themes

Dottore commercialista

Una professione per lo sviluppo economico della società

Lo Studio, dottore commercialista Milano, offre tutti i servizi di contabilità e di consulenza in materia societaria e tributaria a professionisti, ditte individuali, società di persone e di capitali. 
Il nostro Studio commercialista Milano fornisce inoltre servizi ad alto valore aggiunto quali: fusioni di aziende, scissioni societarie, compravendite di aziende, affitto di aziende, liquidazioni di aziende e controllo di gestione aziendale.

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista

Il nostro Studio professionale di Dottori Commercialisti ha sede nel centro di Milano ed offre una vasta gamma di servizi di consulenza fiscale e societaria. Al fine di completare la gamma dei servizi offerti ogni Commercialista opera in stretta collaborazione con primari studi legali e notarili. 

Lo Studio fornisce servizi anche per start up, avvio attività, convenienza e scelta dei regimi fiscali agevolati, dichiarazione dei redditi persone fisiche e società di capitali, Gestione e Dichiarazioni IVA, contabilità e Bilancio. Pratiche Camerali, INPS e Fiscali.
Dottori Commercialisti abilitati ed una vasta gamma di servizi di consulenza fiscale e societaria in collaborazione con primari studi legali e notarili.

Le origini 

La professione di Dottore Commercialista trae direttamente origine dalla grande intuizione di Ferdinando Bocconi, importante imprenditore milanese, che nel 1902 fondò l’Università Commerciale “Luigi Bocconi” con la quale promosse l’insegnamento di tutte le discipline di interesse per le imprese, privilegiando gli aspetti pratici dell’economia, del diritto commerciale e fiscale e della ragioneria. Quella dei Dottori Commercialisti è quindi la professione liberale, nata dalla laurea in economia e commercio, che ha profondamente contribuito alla fortissima crescita delle piccole e medie imprese, e quindi allo straordinario sviluppo dell’economia milanese e lombarda del novecento. La professione di Dottore Commercialista che si è affermata nel nostro paese è unica nello scenario internazionale. È osservata con grandissima attenzione sia dalle nazioni economicamente più evolute – nelle quali non a caso la piccola e media impresa non è cresciuta in modo analogo al nostro – sia dai paesi in via di sviluppo che si affacciano all’economia di mercato. 

Evoluzione delle funzioni

Formalmente la professione è stata istituita nel 1924 con il Regio Decreto Legge n.103; è stata regolamentata in forma definitiva nel 1953 con il DPR n.1067. La professione si è progressivamente evoluta nelle funzioni con un costante ampliamento delle competenze e delle forme di consulenza. Un’ulteriore spinta evolutiva si è avuta con la liberalizzazione dei mercati, la concorrenza internazionale e la forte terziarizzazione dell’economia che ha conferito forme nuove ai rapporti economici e alle relazioni aziendali.

Accanto alle tradizionali competenze nelle materie economiche, fiscali, finanziarie, legali e contabili, sono sempre più oggetto dell’attività professionale l’amministrazione e la liquidazione di aziende, di patrimoni e di beni di singoli cittadini, le perizie e consulenze tecniche, le ispezioni e revisioni amministrative, la consulenza contrattuale, le funzioni di sindaco e di revisore, nelle società commerciali come negli enti locali e nelle aziende non profit. Il Dottore Commercialista svolge quindi una consulenza vasta e integrata: la sua attività si concretizza in una gamma di prestazioni che spaziano da interventi di carattere giuridico a quelli di carattere economico, fiscale e aziendale. Interventi che richiedono conoscenze tecniche estremamente specialistiche e un aggiornamento quotidiano per la conoscenza e l’interpretazione della continua evoluzione legislativa. 

Dottore Commercialista

Una professione per lo sviluppo economico della società

  • Le imprese  - Per le imprese è il referente fondamentale: le segue in tutto il percorso, dalla nascita – con la definizione di un progetto imprenditoriale e le relative valutazioni economiche, finanziarie e fiscali – allo sviluppo – con interventi di tipo finanziario, organizzativo-contabile, giuridico, di diagnosi e controllo di gestione – alla eventuale cessazione di attività – dove si rendono necessarie le verifiche di correttezza giuridica e di economicità delle operazioni. Il Dottore Commercialista interviene anche in operazioni straordinarie di società, con assistenza in materia contrattuale, nelle transazioni e negli arbitrati, ovvero con attività di consulenza gestionale in caso di risanamenti aziendali o commissariamenti. Va ricordato inoltre che con la riforma del diritto societario i Dottori Commercialisti – quali consulenti d’impresa – sono chiamati a disegnare la struttura civilistica e ad impostare le modalità di governance dell'impresa. 
  •  I privati cittadini - La consulenza nei confronti del privato cittadino riguarda l’area contrattuale, con assistenza nelle operazioni di compravendita, di predisposizione di contratti, in campo ereditario, patrimoniale e familiare;riguarda l’area tributaria, inclusa la consulenza fiscale e l’assistenza, la rappresentanza e il patrocinio innanzi a commissioni tributarie; riguarda ancora l’area economico-finanziaria, con consulenza finanziaria personalizzata, nonché amministrazione di patrimoni e gestione di partecipazioni azionarie e in società; e infine l’area giuridico-commerciale, con consulenze tecniche di parte nei giudizi civili, negli arbitrati e nei procedimenti penali.
  • Gli enti pubblici e le istituzioni - Il Dottore Commercialista rappresenta un referente indispensabile per la gestione economica delle strutture pubbliche: Stato, Regioni, Province e Comuni, enti pubblici economici ed enti “non profit”, aziende autonome e municipalizzate, società a partecipazione statale, asl. La consulenza contempla alcune specifiche aree di intervento: progettuale (individuazione dei progetti, valutazione di fattibilità, definizione degli strumenti operativi e pianificazione delle strategie di investimento), amministrativa (contabilità finanziaria, patrimoniale ed economica, procedure contabili, amministrative e finanziarie), di controllo (di gestione, efficienza ed efficacia, dei centri di spesa, analisi costi-benefici, controllo finalizzato all’ottimizzazione dei flussi finanziari, controllo di budget), di revisione (revisore dei conti o sindaco), fiscale (consulenza, assistenza presso gli uffici finanziari, contenzioso tributario e patrocinio amministrativo).